Che fine ho fatto?


Sono scomparsa. Lo so. E me ne dispiace perché ogni tanto mi veniva voglia di "ora apro splinder e scrivo" ma ogni volta che lo facevo mi perdevo in letture, guardate ad anime giapponesi, forum di fotografia…

E poi…che avrò da dire?

Da quando sono stata lasciata a casa dal lavoro sono praticamente caduta in un baratro di simil-depressione. Non avevo voglia di fare un cazzo, non volevo uscire per non spendere (e poi con chi uscivo? Quelle poche che conosco erano belle intortate anche loro in casini lavorativi e non..), la casa scendeva in un grosso baratro di polvere che solo ora si sta salvando.

Faccio la domanda di disoccupazione e mi iscrivo alle liste di collocamento. Ricomincio a chiamare un paio di agenzie interinali (un paio? Minimo 6!), sfoglio ogni tot il sito Infojobs alla vana ricerca di un apprendistato senza esperienza (perché ormai esistono anche apprendistati CON esperienza che non riesco proprio a concepire…se si deve apprendere a cosa ti serve l’esperienza scusa? ) a mandare curriculum a manetta, a pregare in multilingue che ti chiamino.

A marzo faccio pochi colloqui e le agenzie mi informano che è un periodo di crisi per le aziende (non l’avevo proprio capito, guarda…) e che tutto si sarebbe un po’ riacceso per aprile.

Effettivamente aprile mi sta portando un po’ di colloqui (al momento 3 e in attesa per altri 2) ma stanno andando tutti così così.

Per intenderci:

1 – Colloquio per un posto di call center a Collecchio. Mi preparo di tutto punto, sfodero i miei sorrisi e le mie risposte sagaci per poi sentire qualche giorno dopo dall’agenzia che si sono organizzati per i fatti loro.

2 – Colloquio per un posto di amministrazione call center fatturazione per sostitutivo maternità a Parma. Anche lì faccio la splendida. Ed effettivamente mi piacerebbe da matti quel posto visto che sono vicina a casa e perdipiù cercavo un posto in amministrazione. Ditta molto giovanile, molto simpatici, cercano con emergenza qualcuno…ma stranamente hanno chiuso la selezione perché aspettano delle risposte (e loro mi hanno promesso che "per la settimana successiva" mi avrebbero dato notizie.

3 – Colloquio per un posto di apprendistato chiamato dal centro per l’impiego. Mi chiamano alle 15 per propormi il colloquio alle 16 più o meno dall’altra parte della città (praticamente da via emilia est – a due passi da casa mia – a via emilia ovest). In un modo roccambolesco riesco a: farmi la doccia, lavarmi i denti, asciugarmi i capelli, prepararmi, profumarmi in 29min netti. Esco e naturalmente perdo l’autobus che ha voglia di passare 3 min in anticipo. Arrivo per le 16.20 avvertendo naturalmente prima del ritardo. Colloquio splendido, ma….cercano una con patente e io che non cel’ho vengo mandata gentilmente a quel paese. Io dico che voglio prenderla appena ho un lavoro ma quello non scalfisce neanche un po’ il loro cuore e quindi nisba.

Per fortuna tornando a casa passo davanti ad una salumeria dove c’era il cartellino "cercasi apprendista". Mi lancio quasi dall’autobus per entrare e mi registro per quel posto. Ma tanto, visto che ci spero, quel posto non lo avrò mai.

Poi mi sento dire che i giovani sono degli sfaccendati, che non vogliono lavorare e prendersi delle responsabilità, che ai loro tempi lavoravano….EH! AI TUOI TEMPI…Prova ora a cercare qualcosa! Esci dalla scuola con la speranza che "SI’, TROVERO’ SICURAMENTE LAVORO!"
Da quando mi sono diplomata sono riuscita più o meno a lavorare almeno un po’ ogni anno. Ma sempre e comunque con contratti a tempo determinato o co.co.pro anche quando erano felici e soddisfatti del mio lavoro e quando ho lasciato quel posto piangevano come disperati (le colleghe che sono rimaste lì con contratto a tempo determinato sono quasi 2 ANNI che continuano a lavorare a tempo determinato..come? Cambiando agenzia interinale. Semplice no?)
Mi sto sinceramente stufando di non riuscire a mettermi il portafogli in pace con un lavoro a tempo indeterminato. Un posto tranquillo e sicuro, con lo stipendio fisso che mi copre l’affitto e un po’ di extra che mi lasci respirare il conto in banca e magari il libretto di risparmio e che mi permetta di costruire una famiglia in un futuro.

Non chiedo la luna.

O no?

Annunci

1 Commento (+aggiungi il tuo?)

  1. Keane79
    Apr 24, 2008 @ 23:56:00

    non chiedi la luna…ma purtroppo la situazione oggi è questa…peccato che sei lontana..qui a Bari nella mia ditta cercano personale in ufficio…continua nella ricerca..un abbraccio

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...