Auguro a tutti voi

un bellissimo

SAMHAIN

zucca_halloween
da Selena

Annunci

L’amitié

Non mi ricordo quando e dove l’ho letto. O se l’ho letto o solo sentito dire. Ma ormai le persone di oggi tendono a chiudersi sempre di più a riccio e a voler rimanere per i fatti suoi. Poi a lamentarsi su un blog magari di non avere amici; e appena si presenta l’occasione e un amico che ti vuole bene e vuole sapere se sei felice gli chiudi la conversazione con "mi spiace ceno e poi faccio gioco di ruolo" allora devi iniziare a preoccuparti.

Nulla contro D&D, Vampire, Ultima Online e altri GdR al quale qualcuno ho persino giocato io.
E non sono proprio una di quelle alle quali il sabato sera deve per forza fare baldoria. Ma neanche fare la calza seduta con la coperta di lana sulle gambe.

Solo che se io non sento una persona da una vita inizio a innervosirmi. Ci tengo alle persone a cui voglio bene. Ma naturalmente per sfiga innaturale ed eterna, io non sono amica di un cazzo di nessuno.

Non che sia acida, che mi ci metta d’impegno a farmi odiare, anzi!
Ma sono sempre il semplice confidente al quale sfogare ogni repressione, rabbia, sfogo, problema che ha nel cuore e, appena riuscita a lenire il male del suo cuore, abbandonata in mezzo alla strada e a volte si scordano persino il mio nome. L’amica "capro espiatorio" per arrivare ai loro desideri senza pensare per un attimo ai miei sentimenti.

Un’amica usa e getta. Una merda.

Quella che reputavo la mia migliore amica, che avrei fatto di tutto per farla stare bene, preferiva, ai tempi, uscire con l’amica di bisboccia perché io non bevevo né fumavo. Quindi ero una lagna per lo spasso dei gggiovani.
Appena ha avuto la sua prima bambina (ora aspetta il/la secondo/a) ecco che divento la migliore perché le stavo dietro, l’aiutavo, le tenevo la bambina, mi interessavo alla sua vita…mentre la compagna di baldorie non era interessata al mondo alla quale era appena entrata.

E ora che io mi sono trasferita, ecco che si è attaccata ai miei genitori e ogni tanto si fa viva.

Ma io faccio parte di quel piccolo gruppo di persone appartenenti a una bella casta, ma trattata da schifo da tutti. Sono una buona, sono un’ottimista. Sono quella che anche se mi hai trattato da schifo torno, perché ti voglio bene. Sono quella che si sveglia nel cuore della notte e va dall’amica solo perché si sente una merda e vuole la "cogliona" di turno che accetta di venire ad un’ora assurda. E sono io.

Perché io voglio bene alle persone che amo. A differenza di un po’ di persone da un po’ a questa parte.
Perché io amo ancora scrivere le lettere a mano perché è bella la sensazione che darà quando arriverà a destinazione.

Mondo di merda.

succede che….

… fa un freddo becco!!! E ne sono felice perché almeno è una temperatura normale per il periodo che è. Mi ricordo che a inizio di quest’anno, grazie al caldo, sono uscite le primule a gennaio. Quelle che dovrebbero uscire poco prima della primavera…a gennaio!
Era anche vero che non abbiamo avuto un inverno l’anno scorso, anche se tg eccezionali come studio aperto dicevano un "bellissimo" tepore autunnale a dicembre e appena faceva il tempo che doveva esserci in inverno lo proclamava come un freddo mai visto o sentito negli ultimi 4000 anni.

BAH!

Comunque oggi era il giorno fatidico. Il mio primo giorno di palestra.

Sta cippa!

Mi son dimenticata il certificato medico. E’ anche vero che potrei portarlo più avanti, ma preferisco finire le cose in fretta così non ci penso più. E quindi sono andata a farmi il beneamato certificato di sana e robusta costituzione.

Domani sarà il primo giorno. Non vedo l’ora!

fitness1

Telemarketing…

Non ce l’ho fatta.

Non sono riuscita a farmi piacere il telemarketing e oggi, fine della prima settimana di inserimento e fine del primo contratto, ho detto che non rinnovavo. Un po’ anche perché ho ricevuto un paio di buone proposte di lavoro (ne parlerò alla fine), un po’ perché non sopporto convincere le persone a fare qualcosa che comporti spendere soldi.

La settimana di scuola però è stata molto divertente. Soprattutto ieri.

Lunedì: corso di un giorno su Tiscali e infarinatura di una rete adsl, Voip, linea dati etc etc. con test a fine mattinata. Risultata la secchia del gruppo di 7 sbagliando solo una domanda.

Martedì: mattina a parlare di offerte Tim Business e il pomeriggio di Vodafone.

Mercoledì: Corso di comunicazione. Come parlare con l’altra persona, che tono di voce tenere… cose così. Prove di telefonata telemarketing tra di noi.

Giovedì: Giornata col "personal Coach" Roberto Merli. Infarinatura di sociologia, psicologia. Aiuto nella preparazione mentale per i propri obiettivi. Prova della freccia. (freccia puntata alla gola – di quelle con punta tonda..ma vera e solida – e appoggiata al muro. Romperla con la forza della nostra motivazione a raggiungere i nostri obiettivi)
11102007118
Venerdì (solo mattina): spiegazione programma al pc di gestione delle telefonate, ascolto di un paio di telefonate di prova e prova di telefonata telemarketing (io non l’ho fatta perché ho avvertito che non tornavo lunedì)

Di buono c’è la giornata di giovedì (che mi è servita molto) e la conoscenza di un po’ di buone persone per uscite e altro.

Finita la mattinata si va a pranzare fuori e vado a fare un colloquio per un posto di data entry per un editore di giornali di inserti. 20 ore settimanali dal lunedì al giovedì e tre giorni di riposo (praticamente il martedì e il mercoledì si lavora 6 ore invece che 4). Dall’Adecco ho ricevuto un’altra proposta di colloquio con l’azienda Guru (quella d’abbigliamento) per un posto di impiegata contabile full-time.
La risposta dall’editore l’avrò tra un paio di settimane circa. Nel frattempo se riuscirò, farò il colloquio alla Guru e poi deciderò cosa fare. Il data entry mi attira assaie per via della vicinanza a casa e per i 3 giorni di riposo ( la paga sarebbe sui 600-700€)…se alla Guru mi propongono un 1000-1100 per il full time accetterò…se meno non lo so…perché se per 800€ devo lavorare 8 ore dal lun al ven me ne vado anche al data entry!!! Però devo anche vedere il tipo di contratto che mi propongono…cheppalle trovare lavoro!!

You are The Lovers

Motive, power, and action, arising from Inspiration and Impulse.

The Lovers represents intuition and inspiration. Very often a choice needs to be made.

Originally, this card was called just LOVE. And that’s actually more apt than "Lovers." Love follows in this sequence of growth and maturity. And, coming after the Emperor, who is about control, it is a radical change in perspective. LOVE is a force that makes you choose and decide for reasons you often can’t understand; it makes you surrender control to a higher power. And that is what this card is all about. Finding something or someone who is so much a part of yourself, so perfectly attuned to you and you to them, that you cannot, dare not resist. This card indicates that the you have or will come across a person, career, challenge or thing that you will fall in love with. You will know instinctively that you must have this, even if it means diverging from your chosen path. No matter the difficulties, without it you will never be complete.

What Tarot Card are You?
Take the Test to Find Out.

Terrore

Uffa non voglio ripetermi, magari scrivere può farmi più che bene. Scaricare su queste righe il panico che mi assale da giorni così potrete provarlo un po’ anche voi (son sadica lo so ).

Di solito ad ogni cosa nuova che faccio mi sale l’ansia e mille paranoie.
Ce la farò? Come potrò organizzarmi per il pranzo? E gli orari dei mezzi? E la palestra, quando andrò? Quando inizierò?

Non riesco a pensare ad altro a quel lavoro, il call center. L’inferno del lavoro. Il fondo dei lavoratori. Quello che può farlo anche lo scemo del villaggio perché non chiedono di solito esperienze. Ecco. Esperienze.

Cerco lavoro come impiegata amministrativa. Non va bene, cercano una con più esperienza.
Cerco un lavoro come impiegata qualunque? Non esiste, non ho abbastanza esperienza.

Ma le aziende capiranno prima o poi che una persona qualsiasi non potrà avere tutta quella esperienza se nessuno l’assume?
O aspettano i neo-laureati che hanno dato via il culo in anni di stage e quindi hanno l’esperienza richiesta? Potrebbe essere. Però non è molto leale. E lo so come va il mondo.

In questo momento a rotoli credo.

Stanno pensando per la prossima finanziaria un buono da 1000€ all’anno per tre anni per le giovani coppie che vivono da soli.
Perché invece di dare quello sputo di soldi, non pensano di dare un po’ di lavoro a chi, come me non ha "abbastanza esperienza" per un’azienda o a chi, di esperienza, non l’ha mai fatta e se va avanti così farà un lavoro che per quello che ha studiato anni può pulirsi il culo? O a fare i filtrini per le canne?

Io mi ero promessa, dopo due anni di ricerche di mercato, che non avrò mai e poi mai preso posto in un call center. E ora mi trovo qui..ad aspettare domani che inizierò un call center. Full time per giunta. Manco part-time perché prenderei una miseria (Non coprirei manco l’affitto).
Perché se non lavoro non potrò pagarmi l’affitto. O la palestra. O fare la spesa. Perché non si può andare avanti con lo stipendio del fidanzato in part-time (perché i capi non lo vogliono far passare in full-time) di 700€ per affitto, spese varie, bollette e quant’altro. E i risparmi che si assottigliano.
Quindi mi trovo qui, con l’animo a pezzi per un lavoro che mi fa schifo, ma che lo devo fare per vivere. Almeno per un po’. Almeno finché non troverò altro. Sperando arrivi presto.

e dopo il lavoro…

…la palestra!

Ebbene sì. Dopo una vita a tormentarmi l’anima, a non voler bene al mio corpo, a sentire solo beffe di me…mi iscriverò presto in palestra e mi metterò d’impegno per il mio bene.

Devo avere forza di volontà e costanza. E so che i risultati arriveranno.

Comunicazione di servizio

Lunedì inizio a lavorare per quel call center.

A differenza dell’altro dove ho lavorato per 2 anni, qua c’è lo stipendio fisso, ferie e malattie pagate, permessi, tredicesima e quattordicesima. Almeno non fanno fare la fame.

Due settimane di inserimento e un mese di prova. Se non mi dovesse piacere, tanti saluti la porta so dov’è.

Venerdì firmo il contratto. Speriamo solo bene.

Momenti di puro terrore

Tra un paio d’ore farò un colloquio per un posto di call center di vendita servizi a privati. Non avete idea della paura di iniziare a lavorare là dentro.
Ho sentito solo le peggio cose da mie amiche che facevano le venditrici, tipo telefonate cronometrate, tipo mantenere un certo numero di accettazioni…io ho già fatto 2 anni di ricerche di mercato (sono quasi sicura di venir presa solo per questa cazzo di esperienza nel curriculum!!) e sono stati i peggiori anni di lavoro nella mia vita ma non potevo andarmene perché avevo bisogno di soldi, anche se loro pagavano una miseria e ti sfruttavano manco fossi un bovino.
Non vorrei andare a lavorare lì…ma devo perché ho bisogno di soldi per l’affitto e le spese.
Maledetta società di merda che rende l’uomo servo per poter vivere.

Quando potrò farmi una famiglia vera e propria?
Quando potrò permettermi di comprare una casa?
Quando potrò permettermi…della tranquillità lavorativa e non solo dei contratti determinati?

Tra 2 ore ho un colloquio e ho paura. Fifa nera. Di venir sfruttata come con le ricerche di mercato.
Voglio solo un lavoretto d’ufficio anche stupido, ma tranquillo. Sono pronta a fare l’archivista, data entry, postina in azienda…basta non darmi in mano un telefono, perché ho paura di lui.

commençons le mois!

con della musica che ADORO!


Sentita mentre giocavo a uno stupido giochino in flash. Me ne sono innamorata all’istante.